Crea sito

Pasta Maker – Produce Pasta Mentre Bolle l’Acqua!

Avete presente essere liberi di scegliere di mangiare con ridotto apporto di glutine, oppure pasta proteica a base di legumi o con farine miste inclusa quella di Avena o Canapa o Grano Saraceno oppure crearvi facilmente i noodles di riso? E farlo a casa vostra ad un costo infinitamente minore del prodotto già pronto acquistato al supermercato? E sapete quanto facilmente potete creare voi in casa le farine di legumi e farvi la pasta invece di pagarla un occhio della testa un pacchetto da 250 grammi o 500 grammi?

Non stiamo parlando di lentissime macchinette, di sfoglie da tirare a mano o altro. Parliamo di una macchinetta nella quale mettete (a seconda del modello) 200 grammi di farina e 80/90 ml di acqua per fare dosi minori (oppure 250 gr di farina) oppure 400 grammi di farina a vostra scelta (oppure 500 a seconda del modello) e 160/180 ml di acqua per fare dosi maggiori di pasta. Ogni macchinetta avrà le sue istruzioni. Il resto lo faranno tentativi, esperienza, oppure leggere le esperienze degli altri su Internet e farne tesoro.

I quattro dischi inclusi vi permettono di scegliere diversi formati. I rigatoni (tagliati più corti ditalini) e gli spaghetti sono i più popolari e non richiedono l’acquisto di dischi/trafile supplementari.

Ecco i rigatoni
I rigatoni tagliati più corti diventano ditalini, ottimi per la pasta e fagioli/patate/verdure

L’unico vero difetto di questa macchinetta Philips, va detto, è che la pasta non è certo sottile. La misura degli spaghetti è OK. Se li volete davvero molto sottili (poco più dei capelli d’angelo) dovete acquistare un disco in più in dotazione. Esiste una confezione di tre dischi extra (link sotto), che devo dire in tutta onestà non posso raccomandare perché sia le tagliatelle che le pappardelle sono talmente spesse da essere immangiabili, purtroppo.

I dischi già in dotazione però, creano sfoglie di lasagne adeguate, anche se non sottili, e spaghetti ottimi. I rigatoni (o ditalini se li tagliate più corti) hanno uno spessore importante, impiegano parecchio a cuocere, ma sono ottimi. Tutto dipende da ciò che uno vuole. Ma potersi creare in 10/15 minuti due porzioni di pasta con le proprie farine con o senza glutine, a base di legumi o come vi pare è impagabile. E tutto accade mentre bolle la pasta. Sul serio. Non è un modo di dire. Prima mangiate. Poi pulirete la macchinetta, la quale è corredata di spatoline e piccoli aghi e tutto ciò che serve per pulire come si deve la macchina (che va in lavastoviglie una volta liberata dai residui secchi di pasta) e i dischi che danno forma alla pasta. Una volta che ci prendete la mano, è una procedura che richiede dieci minuti, un quarto d’ora e non di più.

Se fate regolarmente spaghetti, consiglio di appenderli su un stendino per seccare la pasta, onde evitare che si attacchi. Ho messo un link qui sotto per dare un’idea.

I difetti li ho elencati, ma i pregi e i vantaggi sono notevolmente superiori. Ho fatto la pasta in tutti i modi e con tutte le farine possibili ed immaginabili. I miei preferiti restano gli spaghetti – fatti con kamut bianco o integrale e con aggiunta di avena, saraceno, mais sottile, farina di riso integrale oppure di canapa, o, come detto, con metà farina di legumi autoprodotta, significa mangiare un’altra qualità di pasta a prezzi molto, molto contenuti. Ci guadagnano salute e portafoglio.

SPAGHETTI CON FARINE MISTE

Io ho la prima delle macchinette elencate nei link sopra, di un altro colore e l’avevo presa in offerta. Quando voglio farmi gli spaghetti con diverse farine, metto nel serbatoio della farina 200 grammi di farine miste (esempio 80 grammi di kamut integrale, 50 grammi di farina di avena, 70 grammi di farina di ceci), 85 ml di acqua, accendo la macchina con inserito il disco per gli spaghetti, inserisco l’acqua pochi secondi dopo attraverso il foro superiore, come indicato nelle istruzioni, lascio finire un ciclo di mescolatura, AL TRIPLO BEEP fermo tutto, faccio ripartire ed impastare ex novo senza fare nulla altro, attendo i pochissimi minuti necessari e appena la macchinetta inizia ad emettere spaghetti, resto pronta con il tagliapasta di plastica fornito con la Pasta Maker, metto in pausa quando raggiunge la lunghezza giusta, taglio, metto sullo stendino e faccio ripartire la macchina. E così via fino alla fine dell’impasto. La macchinetta si ferma da sola quando ha esaurito la farina.

Io la raccomando caldamente, specie a CHI SEGUE UNA DIETA A RIDOTTO CONTENUTO DI GLUTINE, E A CHI DESIDERA EVITARE PURI CARBOIDRATI DI SERA, MA VUOLE LA PASTA E QUINDI PREFERISCE MANGIARLA FATTA COI LEGUMI INVECE DELLA FARINA. Ammortizzare il costo richiederà pochi mesi. Fate vobis! Io ce l’ho e la ricomprerei senza esitazione!

Pubblicato da Patrizia Trotta

Sono Astrologa, Consulente, Scrittrice e Formatrice con specializzazione in Psicologia Transpersonale, nonché Ricercatrice formata in Inghilterra: PhD Ed. – Dottore di Ricerca, in Scienza dell’Educazione (Transpersonale) * Master of Science in Consciousness and Transpersonal Psychology Bachelor of Science Honours in Psychology Amo molto mangiare e creare buon cibo semplice e sano, più diverse altre cose che abbracciano l’Autoproduzione, che fa parte delle tendenze future verso cui sembrano andare diverse persone che desiderano emanciparsi da un sistema soffocante che ci spinge a conformarci per un maggior controllo, ad un consumismo non ecosostenibile, nonché alla separazione tra uomo e natura e tra logica e intuizione invece di promuovere una sana integrazione ed una coscienza risvegliata. La mia area di ricerca preferita è quella relativa allo sviluppo del potenziale umano e la mia grande passione è l'Astrologia in quanto arte pratica. Difatti, ciò che chiarisco sul mio sito dedicato è che prevedere il futuro non è il modo migliore di usare o beneficiare dell’antica arte/disciplina astrologica. L’Astrologia serve bensì principalmente per capire e conoscere sé stessi e per fluire con i venti del cambiamento. Essa è una guida enormemente pratica che ci aiuta a capire quali sono le svolte che l’Anima ci presenta, quando e in quale direzione l’Anima sembra volere che la Psiche cresca.