Crea sito

Ragù Vegetale con Funghi, Pistacchi e Trita di Soia

Questa versione di ragù vegetale (ne ho molteplici) è la mia preferita e quindi la descrivo qui brevemente. Sottolineo che è molto simile a questa ricetta, ma la presenza di funghi qui è più imponente, quella della trita di soia molto meno evidente e c’è una importante aggiunta di pistacchi tritati che fa parecchia differenza, donando un sapore ed una consistenza molto ricchi. Davvero da provare!

Si procede come sempre facendo soffriggere in acqua (io non soffriggo con olio – lo aggiungo a crudo) aglio, scalogno/cipolla, un pochino di peperoncino se gradito, si aggiunge poi la quantità di funghi tritati che preferite, un cucchiaio di patè di pomodori secchi se graditi, un cucchiaino di miso, salsa di soia e un pochino di acqua.

Lasciar cuocere qualche minuto e aggiungere ancora acqua e una o due manciate di trita di soia (link agli ingredienti in fondo a questo post). Dopo qualche minuto, aggiungere una scatola di pomodori per sugo a pezzi (come li preferite) – nella bella stagione, si può fare il tutto con i pomodori freschi.

Lasciar cuocere almeno 20 minuti. Aggiungere le spezie e le erbe gradite, specie il basilico, e aggiustare di sale. Finire con un giro di ottimo olio evo – non essendoci grassi (in assenza di carne), volendo, potrete abbondare un pochino di più con l’olio.

Ideale per lasagne, cannelloni, pasta pasticciata, per condire le patate o tutto ciò che vi viene in mente. Ottimo davvero questo ragù – e soprattutto vegetale!

Pubblicato da Patrizia Trotta

Sono Astrologa, Consulente, Scrittrice e Formatrice con specializzazione in Psicologia Transpersonale, nonché Ricercatrice formata in Inghilterra: PhD Ed. – Dottore di Ricerca, in Scienza dell’Educazione (Transpersonale) * Master of Science in Consciousness and Transpersonal Psychology Bachelor of Science Honours in Psychology Amo molto mangiare e creare buon cibo semplice e sano, più diverse altre cose che abbracciano l’Autoproduzione, che fa parte delle tendenze future verso cui sembrano andare diverse persone che desiderano emanciparsi da un sistema soffocante che ci spinge a conformarci per un maggior controllo, ad un consumismo non ecosostenibile, nonché alla separazione tra uomo e natura e tra logica e intuizione invece di promuovere una sana integrazione ed una coscienza risvegliata. La mia area di ricerca preferita è quella relativa allo sviluppo del potenziale umano e la mia grande passione è l'Astrologia in quanto arte pratica. Difatti, ciò che chiarisco sul mio sito dedicato è che prevedere il futuro non è il modo migliore di usare o beneficiare dell’antica arte/disciplina astrologica. L’Astrologia serve bensì principalmente per capire e conoscere sé stessi e per fluire con i venti del cambiamento. Essa è una guida enormemente pratica che ci aiuta a capire quali sono le svolte che l’Anima ci presenta, quando e in quale direzione l’Anima sembra volere che la Psiche cresca.