Crea sito

Crema Spalmabile a Base Vegetale

Questa crema che io adoro è a base di semi di girasole, acqua, pepe e succo di limone fresco. Sostituisce perfettamente il formaggio tipo quark se si vuole evitare di ingerire grassi animali. Hanno sapori diversi e sono entrambe ottime, questo va specificato. E, tanto per chiarirci subito, questa crema è altamente calorica, solo che i grassi sono vegetali e non animali, scelta decisamente preferibile se si hanno a cuore coronarie, valori colesterolo eccetera.

I semi di girasole sono potenti anti infiammatori ed anti ossidanti, riducono il colesterolo cattivo, contengono circa il 20% di proteine, vitamine del gruppo B tra cui l’acido folico che aiuta il sistema cardiocircolatorio, l’importantissima vitamina E che combatte i radicali liberi, più moltissimi minerali per la salute di intestino e ossa. La presenza di magnesio, inoltre, aggiunge qualità antistress. Insomma la lista di benefici è davvero lunga.

Come dite? Le calorie? Ah, sì, ci sono anche quelle. Ebbene sì: 584 calorie ogni 100 grammi di semi. E va beh, tutto non si può avere, almeno così dicono. Non sto dicendo di mangiarne 100 grammi per volta. Sto dicendo che sia la crema che i semi, oltre ad essere meravigliosi al palato, sono davvero alleati della salute e che occorrerebbe integrarli nella dieta. Un cucchiaino nello yogurt, per esempio, oppure creare le barrette energetiche con noci e fiocchi di cereali, ma ne parleremo in altro post.

Tempus fugit! Ora procediamo con la creazione della crema, quindi.

Ingredienti:

150 grammi di semi di girasole (o volendo un misto di girasole e zucca)

il succo di mezzo limone

sale rosa a piacere

pepe macinato a piacere

mezzo bicchiere di acqua o di più, a seconda della consistenza desiderata.

Due/tre cucchiai di olio e.v.o., ma non necessario

Inserire tutti gli ingredienti in un tritatutto (sotto due esempi – uno ha il vantaggio di avere un bicchierone di igienico vetro e l’altro ha la potenza dalla sua, ma vanno benone entrambi se non ne avete già uno) e frullare fino ad ottenere una crema consistente ma non dura. Poi regolate di sale e pepe come volete. Prima di aggiungere il sale, provate ad aumentare il succo di limone e vedrete che avrete bisogno di molto meno sale nella crema. Lo dico agli ipertesi (e purtroppo ne so qualcosa).

Trasferire la crema ottenuta in una contenitore di vetro e consumare entro preferibilmente due settimane. Spalmata su pane, cracker o pomodorini o focaccia ha del sublime.

E’ una vera delizia. Non si può non amarla portandola a tavola! Anche qui, provare per credere!

Pubblicato da Patrizia Trotta

Sono Astrologa, Consulente, Scrittrice e Formatrice con specializzazione in Psicologia Transpersonale, nonché Ricercatrice formata in Inghilterra: PhD Ed. – Dottore di Ricerca, in Scienza dell’Educazione (Transpersonale) * Master of Science in Consciousness and Transpersonal Psychology Bachelor of Science Honours in Psychology Amo molto mangiare e creare buon cibo semplice e sano, più diverse altre cose che abbracciano l’Autoproduzione, che fa parte delle tendenze future verso cui sembrano andare diverse persone che desiderano emanciparsi da un sistema soffocante che ci spinge a conformarci per un maggior controllo, ad un consumismo non ecosostenibile, nonché alla separazione tra uomo e natura e tra logica e intuizione invece di promuovere una sana integrazione ed una coscienza risvegliata. La mia area di ricerca preferita è quella relativa allo sviluppo del potenziale umano e la mia grande passione è l'Astrologia in quanto arte pratica. Difatti, ciò che chiarisco sul mio sito dedicato è che prevedere il futuro non è il modo migliore di usare o beneficiare dell’antica arte/disciplina astrologica. L’Astrologia serve bensì principalmente per capire e conoscere sé stessi e per fluire con i venti del cambiamento. Essa è una guida enormemente pratica che ci aiuta a capire quali sono le svolte che l’Anima ci presenta, quando e in quale direzione l’Anima sembra volere che la Psiche cresca.