Crea sito

Iniziamo dal latte vegetale, precisamente da quello di soia

Faccio una precisazione: il latte di soia comprato non ha nulla, ma dico NULLA, a che vedere con quello fatto in casa. Proprio non c’è paragone – sembra una bevanda di tipo completamente diverso… Coloro che hanno problemi col lattosio e specie coloro che necessitano di tenere sotto controllo il colesterolo, saranno felici di sapere che il latte di soia fatto in casa è OTTIMO! No, sul serio. Non sto scherzando. E uno a questo punto inizia già ad avere sintomi da orticaria all’idea di tirare fuori pentole, imbuti, sporcare la cucina, eccetera, e dice “no, grazie, lo compro e non se ne parla più”. Ed è qui che entro in gioco io con i miei suggerimenti pratici.

Vedete, quando ero giovane, qualche decennio fa, io ero una delle poche vegetariane qui a Varese – oggi non lo sono più, non tanto perché non abbraccio quella filosofia, tanto è vero che lo sono al 90%, ma diciamo che ho imparato fino a che punto detesto essere definita da limiti, etichette ed aspettative. Il giorno che voglio una fetta di prosciutto o una scatoletta di tonno, lo mangio e basta. La vita è breve e io non amo le etichette, né i limiti.

Torniamo ai tempi dell’era vegetariana. Io e la soia, io e il tofu. Mio Dio… che incubo! Allora pochi sapevano cosa fosse la soia e ancora meno il tofu. Le macchinette per creare il latte di soia, se esistevano, qui in Italia erano di importazione dagli USA. Ancora oggi ci sono di importazione e costano quasi 200 euro. Oggi però esiste una macchinetta FA-VO-LO-SA e decisamente a buon mercato! Un affare da non perdere. Questa macchinetta, difatti, non solo fa diversi tipi di latte vegetale, ma fa le zuppe, le vellutate, le marmellate ed un latte di soia fantastico! Amazon non la vende più per qualche motivo a me ignoto, ma potrete acquistare questa in sua vece:

A questo prezzo non si può lasciarsela scappare, specie per chi è single o una giovane coppia. E anche per un pensionato o una persona meno giovane che non ha tanta voglia o non è capace di far da mangiare e di sera, specie d’inverno, mangia volentieri una zuppa pronta in meno di mezz’ora… Ho notato che questo articolo ha un prezzo che cambia spesso, ma oscilla tra i 60 e gli 80 euro su Amazon. Altri lo vendono ad un prezzo anche superiore, ma vale la pena tenerla d’occhio ed aspettare che il prezzo scenda ed acquistarla perché, sul serio, chi di noi ama perdere tempo in cucina se può evitarlo?

DUE COSE DA DIRE SUL LATTE DI SOIA E COSA SI PUO’ FARE UNA VOLTA CREATO

Questa macchinetta ha un limite minimo e massimo che si aggira intorno al litro e mezzo – sembra esserci poca differenza tra il minimo ed il massimo – e quindi io ottimizzo e mi faccio sempre un litro e mezzo di latte di soia, così, da sola, sono a posto 3/4 giorni. Ecco cosa occorre:

Ingredienti

120 grammi di Soia Gialla – METTERE A BAGNO IN ACQUA I SEMI DI SOIA GIALLA 12/24 ORE PRIMA

1 litro e mezzo di acqua filtrata o minerale

un pizzico di sale

(un cucchiaio di miele ma SOLO se si usa come latte e NON per fare la ricotta vegana)

Una volta trascorse le 12, preferibilmente 24 ore di tempo necessarie per lasciare la soia in ammollo, sciacquare abbondantemente i semi di soia e versarli nella macchinetta, a cui vanno aggiunti un litro e mezzo di acqua filtrata o minerale ed un pizzico di sale. Accendere la macchinetta, impostare il programma per il latte di soia (il penultimo) e lasciar lavorare la macchinetta fino all’allarme finale che avverte che è pronto.

Io però amo un latte di soia molto nutriente e soprattutto ogni tanto mi faccio una specie di ricottina di soia, che necessita di un latte corposo, SENZA ZUCCHERO e senza aggiunta di vitamine e additivi vari trovati in quasi tutte le bevande di soia al supermercato. Su Internet si trovano i suggerimenti di quali marche comprare per avere un latte di soia senza additivi. Io qui dico come farselo da soli, ma è saggio sapere che le bevande di soia senza zuccheri o vitamine aggiunte, sono quelle che costano meno di solito, sia nei discount che nei supermercati.

Quindi, che io lo usi come latte o come base per farmi la ricotta vegana, io faccio andare il programma DUE VOLTE ed esce un latte veramente ottimo. La macchinetta arriva dotata di una caraffa e di un colino apposta per filtrare il latte vegetale. Una volta filtrato, se lo uso come latte, aggiungo un cucchiaio di miele, mescolo bene e lascio sciogliere e travaso il latte in due bottiglie di vetro che, appena raffreddato il latte, conservo in frigo.

In un prossimo post, vedremo come creare la ricotta/il formaggio morbido di soia con il latte autoprodotto.

Nel prossimo articolo, sempre con la stessa macchinetta, condividerò qualche osservazione interessante sul latte di nocciole, mandorle e noci varie. Ma prima di passare al prossimo post, ecco un link per ordinare dell’ottima soia gialla, biologica e dall’ottimo sapore!

Pubblicato da Patrizia Trotta

Sono Astrologa, Consulente, Scrittrice e Formatrice con specializzazione in Psicologia Transpersonale, nonché Ricercatrice formata in Inghilterra: PhD Ed. – Dottore di Ricerca, in Scienza dell’Educazione (Transpersonale) * Master of Science in Consciousness and Transpersonal Psychology Bachelor of Science Honours in Psychology Amo molto mangiare e creare buon cibo semplice e sano, più diverse altre cose che abbracciano l’Autoproduzione, che fa parte delle tendenze future verso cui sembrano andare diverse persone che desiderano emanciparsi da un sistema soffocante che ci spinge a conformarci per un maggior controllo, ad un consumismo non ecosostenibile, nonché alla separazione tra uomo e natura e tra logica e intuizione invece di promuovere una sana integrazione ed una coscienza risvegliata. La mia area di ricerca preferita è quella relativa allo sviluppo del potenziale umano e la mia grande passione è l'Astrologia in quanto arte pratica. Difatti, ciò che chiarisco sul mio sito dedicato è che prevedere il futuro non è il modo migliore di usare o beneficiare dell’antica arte/disciplina astrologica. L’Astrologia serve bensì principalmente per capire e conoscere sé stessi e per fluire con i venti del cambiamento. Essa è una guida enormemente pratica che ci aiuta a capire quali sono le svolte che l’Anima ci presenta, quando e in quale direzione l’Anima sembra volere che la Psiche cresca.